Login

Menu utente

Gestisci da qui il tuo account e i tuoi strumenti di lavoro.
Traduzione Automatica

AREA SCIENTIFICA

Questa categoria raccoglie pubblicazioni destinate ai professionisti di area Scientifica, come Medici, Biologi, Farmacisti, ecc. Gli articoli hanno pertanto un livello di approfondimento indicato come "Scientifico", riportando informazioni dal mondo della ricerca clinica e di base selezionate dalla letteratura medica.
Per accedere ai contenuti riservati dell'Area Scientifica è necessaria la registrazione utente, semplice e gratuita, seguita dalla compilazione dei campi del profilo utente dedicati alle informazioni professionali.

Dati incoraggianti di vasti studi clinici (SUSTAIN, LEADER, EMPA-REG, CVD REAL) comprovano effetti benefici in area cardiovascolare e renale dei nuovi farmaci, incretino-mimetici e gliflozine.
L’indebolimento del segnale della proteina PLD-L1 può causare il diabete tipo 1, ma le cellule staminali curano il difetto
L'effetto diabetogeno dei cortisonici, potenti agenti antinfiammatori e immunosoppressivi, sembra più frequente di quanto finora ritenuto, ed è influenzato dai ritmi circadiani dell’organismo....
Nella chetoacidosi diabetica, indotta dalla carenza di insulina, meccanismi evolutivi di emergenza energetica vengono spinti oltre il limite. Una diagnosi precoce e un attento protocollo...
Ricerche cliniche sull’insulina aspart ultrarapida (FIASP), uno dei nuovi analoghi, prefigurano un importante passo in avanti nel controllo dell’iperglicemia postprandiale.
Gli anticorpi contro l'insulina ossidata tracciano in modo più affidabile, rispetto ai test classici, la lunga fase nascosta del diabete tipo 1
Differenze nella definizione di un'ipoglicemia possono creare incertezza nella pratica clinica e diminuire la precisione della ricerca scientifica.
Due nuove preparazioni della Lispro, un’insulina ultrarapida e una forma in combinazione con la glargine, dimostrano la possibilità di usi innovativi di insuline collaudate.
Nuovi prodotti migliorano il controllo glicemico nel diabete tipo 2 unendo due farmaci in un’unica e più pratica somministrazione.
I muscoli non sono solo i principali elementi funzionali del movimento, ma anche macchine biochimiche che regolano il consumo energetico.
Documentata con empagliflozin una riduzione del rischio cardiovascolare e della progressione della nefropatia.
L’uso di applicazioni mobile dedicate e di programmi completi con stretto contatto medico-paziente migliora la gestione del diabete negli adolescenti.
La messa a punto di nuove insuline ad azione protratta consente di simulare più fedelmente l’azione secretoria basale del pancreas.
Nuovi marcatori di insulino-resistenza da semplici parametri come la glicemia e i lipidi tradizionali: un po' di matematica salva i costi dei sistemi sanitari.